Coronavirus: attenzione alle email – Italia sotto attacco anche dal punto di vista informatico

In questo clima di incertezza e preoccupazione pressoché globale, c’è purtroppo chi cerca di sfruttare il momento di confusione per raggiungere i propri obiettivi fraudolenti.
E’ in corso infatti un preoccupante attacco informatico, soprattutto in Italia, dove i pirati del web, facendo leva sul desiderio costante di essere informati sulla situazione sanitaria, accedono ai nostri dati personali per farne uso illecito.
A lanciare l’allarme è l’esperto di cybersecurity Oren Elimelech, consulente del governo israeliano e della Level Ins Agency, secondo cui “gli hacker stanno prendendo di mira l’Italia, sfruttando la crescente preoccupazione per l’epidemia di coronavirus”.
 

Attenzione alle email e ai siti sospetti:
non inserite dati personali e non scaricate allegati

Molti italiani stanno ricevendo messaggi email provenienti da fonti solo all’apparenza autorevoli, come l’Organizzazione Mondiale della Sanità o il Centro per il Controllo delle Malattie americano, che promettono “nuovi e importanti aggiornamenti sulla diffusione del Coronavirus”. Per poter avere le informazioni però viene richiesto l’inserimento di dati personali, oppure si viene reindirizzati a siti dove è facile scaricare inavvertitamente software malevoli, che in qualche caso hanno criptato l’intero contenuto del computer, e a cui è seguita la richiesta del pagamento di un “riscatto” per poterlo ripristinare.
 

Il numero e il successo degli attacchi è destinato ad aumentare

Siamo davanti a “una delle più grandi campagne di phishing realizzata fino ad ora, cominciata proprio agli inizi di febbraio in concomitanza con la diffusione della ormai tristemente nota epidemia Covid-19”.
Ecco perché Oren e il suo team raccomandano di proteggersi dai virus e dalle minacce informatiche con la stessa attenzione che useremmo con virus e malattie del mondo fisico.
Ecco dieci regole per aumentare la propria sicurezza online:

  1. Tenere le informazioni private e limitarne la diffusione.
  2. Stare molto attenti all’uso dei social media ed essere sempre consapevoli di cosa pubblichiamo su di essi.
  3. Navigare in internet in modalità anonima.
  4. Prestare attenzione a cosa scarichiamo.
  5. Scegliere password complesse e diversificarle per ogni sito o servizio.
  6. Effettuare acquisti online solo da siti attendibili e sicuri.
  7. Scegliere con attenzione le persone a cui confidiamo informazioni online.
  8. Eseguire sempre tutti gli aggiornamenti di sistema proposti per i nostri dispositivi, sia su computer che su dispositivi mobili, e gli aggiornamenti dei software di produttività con cui lavoriamo (office, acrobat).
  9. Mantenere aggiornato il proprio antivirus.
  10. Abilitare le impostazioni per la protezione della privacy dal nostro browser e le relative estensioni di sicurezza web.

Vuoi approfondire con noi ?

    Menu